1° marzo 2021

LUNEDÌ SECONDA SETTIMANA DI QUARESIMA

PAROLA DI DIO
Dal Vangelo secondo Luca (Lc 6,36-38)
In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:
«Siate misericordiosi, come il Padre vostro è misericordioso.
Non giudicate e non sarete giudicati; non condannate e non sarete condannati; perdonate e sarete perdonati.
Date e vi sarà dato: una misura buona, pigiata, colma e traboccante vi
sarà versata nel grembo, perché con la misura con la quale misurate, sarà
misurato a voi in cambio».

PREGHIERA
O Dio,
Tu che abbracci i nostri limiti e le nostre povertà
e che ami gratuitamente ciascuno di noi,
aiutaci a riscoprire la Misericordia
per poter “entrare” nelle ferite di chi incontriamo
e donare comprensione, perdono e amore.
Amen.

PENSIERO
Arrivato alla sera del pellegrinaggio nel mondo, non nascondo una
certa nostalgia delle origini geografiche e più specialmente umane.
Tale sentimento non soffoca quello più forte di voler chiudere gli occhi in questa realtà differente, in cui vivo da 52 anni. Penso alla molta
Misericordia, alla paziente Bontà, con cui sono stato trattato in questo lembo enorme di mondo, dove mi sono adattato senza passare
per tribolazioni superiori alle forze piuttosto ridotte e con tutta la
possibilità di usare, nello specifico servizio missionario, i doni e qualità positivi ricevuti in dotazione dalla natura e benevolenza divina…
A São Mateus ci ha guidato la preoccupazione continua per la crescita della Chiesa locale e per la promozione umana della gente. Perché
non dovremmo riconoscere che siamo stati benedetti, al punto che
stiamo battendo in decisa ritirata, con la convinzione di aver fatto
quanto ci toccava fare? Perciò all’inizio dell’anno 2010, solo due parrocchie su 18 rimarranno affidate ai comboniani. E fino a quando?
Nella nostra verifica significa che nei 50 anni di presenza comboniana, la Chiesa locale è passata dalla nascita ad una ragionevole autonomia, dentro alla realtà brasiliana, e con la speranza (speriamo non
illusionistica) che la Chiesa di São Mateus passi dal ricevere al dare, sia
pure della sua povertà, intendo di personale.
Non posso chiudere senza pensare alla profetica Chiesa del Brasile. L’ho
sempre amata, come madre e maestra di fede impegnata per la causa
del Regno di Dio.
Mons. Aldo Gerna, Vescovo emerito di São Mateus in Brasile. Anno 2009