8 dicembre 2021 - ore 15.00, Cattedrale di Como

Ordinazioni diaconali 2021

Tre diaconi permanenti e un diacono transeunte si presentano

«Ringraziamo il Signore che ci dona tre nuovi fratelli diaconi il prossimo 8 dicembre. Li ho incontrati nelle scorse settimane e ho condiviso la gioia di questo nuovo dono che il Signore offre non solo a loro stessi, ma anche a tutta la nostra Chiesa».

Queste le parole che il vescovo Oscar ha rivolto alla comunità dei diaconi permanenti che saranno ordinati in Cattedrale, alle 15.00, nel giorno della solennità dell’Immacolata. Vogliamo conoscerli un po’ più da vicino: partiamo da Giuseppe Menafra di Sagnino, noto a tutti come Beppe, lavora a “Porta Aperta” in Caritas a Como, sposato con Barbara. Poi c’è Massimo Romanò di Cermenate, impiegato nella cooperativa “Si Può Fare”, sposato con Virginia. Infine Marco Gherbi di Delebio, impiegato a Milano in una grande azienda, e sposato con Alessandra.

Davide Costalunga, Passionista, si presenta

Davide Costalunga, Passionista«Mi chiamo confr. Davide Costalunga del Preziosissimo Sangue di Gesù e ho 43 anni. La mia è una vocazione adulta. Dopo aver scorrazzato nel mondo fino all’età di 33 anni, rischiando di perdermi nella mondanità, trascurando soprattutto la vita spirituale, ad un certo punto della vita, passando attraverso una forte sofferenza, cioè la morte dei miei genitori persi in un anno l’una dall’altro per malattia, e grazie all’insistenza di mia sorella, feci un pellegrinaggio dove, dopo una Santa confessione, scoppiai in un pianto liberatorio quasi come un nuovo battesimo sperimentando in quell’arco di tempo, l’amore e la misericordia di Gesù crocifisso. Il 20 giugno scorso ho emesso la professione perpetua; cioè mi sono consacrato per sempre a Gesù nella famiglia dei padri Passionisti e l’8 dicembre sarò ordinato diacono. Chiedo a tutti voi di sostenermi con la preghiera, per essere sempre di più come il Signore mi desidera.»

confr. Davide, del Preziosissimo Sangue di Gesù

La celebrazione sarà trasmessa in streaming attraverso i canali YouTube della Basilica Cattedrale e del Settimanale della Diocesi