66^ Giornata Mondiale

#sconfiggiamo la lebbra

La lebbra e tutte le malattie tropicali dimenticate esistono ancora e vanno eliminate! Con la 66^ Giornata Mondiale dei Malati di Lebbra, si raccolgono fondi per combattere la lebbra insieme a tutte le malattie dimenticate che colpiscono gli ultimi del mondo, promuovendo cure e programmi di inclusione sociale.

Oggi i malati di lebbra sono molto meno, un risultato ottenuto grazie all’applicazione di un modello sanitario e sociale vincente. Ma la lebbra esiste ancora, cosi come sono moltissime le persone affette dalle tante malattie tropicali dimenticate: filariosi, oncorcecosi, malattia del sonno, elefantiasi. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, solo nel 2015, oltre 1 miliardo di persone nel mondo hanno contratto una di queste malattie.

Questa malattie hanno un determinante comune: la povertà estrema. E una conseguenza comune: la disabilità e l’esclusione. Le affrontiamo con lo stesso approccio multidisciplinare, sociosanitario e ambientale, che è utilizzato oggi nei programmi di controllo della lebbra. Per superare il concetto di “Malattie Dimenticate” è necessario aumentare il supporto ed ampliare i programmi esistenti di diagnosi e trattamento.

Nella Diocesi di Como i volontari AIFO, allestiranno banchetti sui sagrati di numerose parrocchie della città e dei paesi limitrofi per offrire i vasetti del “miele della solidarietà” e altri prodotti del commercio equo-solidale per invitare tutti a donare con generosità, ovvero a:

Parrocchia di S. Margherita di Albese e Chiesa di S. Pietro ad Albese (16 e 17 febbraio)

Santuario SS. Trinità Misericordia infinita di Maccio (23 e 24 febbraio)

Como – SS. Annunciata di viale Varese (30 e 31 marzo).