Unzione dei malati

Il sopraggiungere di malattia e sofferenza pone sempre degli interrogativi. Spesso capita che dall’oggi al domani ci si trovi dinanzi a situazioni insopportabili e dolorose che ci riportano alle domande fondamentali della nostra vita: l’origine del male, il suo perché, perché il dolore, etc…
Dio non può abbandonare la sua creatura in questi momenti di disperazione, di angoscia e di scoraggiamento. Il battezzato riceve un segno salvifico della sua tenerezza e della sua prossimità.
 
L’unzione dei malati
 
L’unzione dei malati non sostituisce in alcun modo le cure mediche. Apporta una nuova forza per entrare nel combattimento della fede. Essa dona senso alla malattia unendo la malattia a Gesù ” che ha sofferto per noi “. La santa unzione è il segno che nella nostra fragilità corporale, nella nostra limitatezza, ben oltre le aspettative terrene, la nostra speranza è in Dio.
In diversi passi, il vangelo ci aiuta a comprendere che essere guariti non significa solo ritrovare la salute del corpo, ma anche allontanare da noi tutto ciò che ci separa dal Regno di Dio.
Il sacramento dell’unzione dei malati è anche il segno della comunione nella fede di tutti i membri della Chiesache si associano alla sofferenza di chi soffre con la preghiera e la vicinanza. Mai il battezzato è abbandonato : la sua vita è sempre nelle mani di Dio.