11 febbraio 2021

Nota integrativa delle disposizioni diocesane in tempo di pandemia

Nota integrativa delle disposizioni diocesane in tempo di pandemia

11 febbraio 2021

 

 

Quanto segue risponde ad alcune richieste di chiarimento pervenute all’Ordinariato.

  1. Visita alle famiglie in occasione della Pasqua: è possibile, nel rispetto delle seguenti indicazioni.
  2. La visita dovrà essere effettuata dal singolo ministro, senza alcun accompagnamento.
  3. Il ministro visiterà esclusivamente le famiglie che ne hanno fatto richiesta o che hanno ricevuto precisa comunicazione quanto al giorno e all’ora della visita.
  4. Non potrà effettuare la visita e non potrà riceverla: chi negli ultimi tre giorni ha avuto sintomi influenzarli o temperatura corporea superiore ai 37,5 °C; chi si trova in quarantena o in isolamento; chi ha avuto contatti con persone positive al COVID-19 negli ultimi 14 giorni; chi, negli ultimi 14 giorni, è transitato da aree nazionali o paesi stranieri ritenuti a rischio e non ha ricevuto esito negativo dall’esame diagnostico per il COVID-19.
  5. I fedeli dovranno essere avvertiti di quanto segue: durante la visita si sosterà, se possibile, in un ambiente arieggiato, oppure ci si fermerà sulla soglia; tutti i presenti dovranno indossare la mascherina; si manterrà la distanza interpersonale di un metro; il tempo della visita non supererà i dieci minuti.
  6. Chi effettua la visita avrà cura di igienizzare con frequenza le mani e indossare una mascherina FFP2 o FFP3 senza valvola.

 

  1. Istruttorie matrimoniali: rispetto ai matrimoni la cui celebrazione sia stata rinviata a causa della pandemia, per le norme da osservare nella loro istruttoria si faccia riferimento all’Ordinariato e all’Ufficio di Cancelleria.