Avviso della Caritas su tentate truffe

Raccolta fondi: i canali sono quelli tradizionali

E’ stato segnalato alla Caritas diocesana che nella giornata di oggi, sabato 21 marzo, alcune persone siano passate in un quartiere della città di Como chiedendo fondi per sostenere le attività che la stessa Caritas ha intrapreso per riorganizzare i servizi rivolti ai più poveri a seguito dell’epidemia di Coronavirus. La Caritas diocesana di Como precisa di non aver incaricato nessuno di effettuare questo tipo di raccolta che utilizza modalità non proprie e ribadisce che, al momento,non sia stata lanciata nessuna campagna di raccolta fondi straordinaria legata all’emergenza in corso. I canali di raccolta fondi restano quelli tradizionali e tutte le comunicazioni ufficiali sono disponibili sul sito internet caritas.diocesidicomo.it nella sezione dona.
Quello verificatosi oggi è un fatto riprovevole che ci auguriamo possa non ripetersi più. La speranza è che le forse di polizia possano rintracciare presto i responsabili.